INFORMA > COMUNICATI STAMPA
Vertenza Gisc_TV Eni - Comunicato Stampa
Comunicato stampa relativo all`incontro con Eni del 3 novembre 2011

04-11-2011

Comunicato Stampa

Vertenza Eni: finalmente una luce alla fine del tunnel

uno spiraglio che rimette nel cassetto le divise da carcerato

Nel pomeriggio di ieri nella sede Eni di Padova si č svolto un incontro tra l`organizzazione sindacale dei Gestori carburanti aderenti alla Gisc_Treviso - Confcommercio,  rappresentata dal Presidente Parin e dal Segretario Rizzo, e la Societā Eni R&M rappresentata dal Dott. Grossi, Direttore Business Retail Europa, dal Dott. Maffei, Responsabile Rete Italia, dal Dott. Damonte, Responsabile dell`Area vendite Nordest, dal Dott. Romagnollo, Responsabile Zona Vendite. Oggetto dell`incontro, la difficile situazione gestionale-economica in cui versano i gestori Eni della provincia di Treviso.

In un clima disteso e di estrema franchezza sono state esaminate e discusse le problematiche locali e gli effetti della concorrenza delle pompe bianche sulle gestioni Eni, conseguentemente si sono confrontate le esigenze di entrambe le parti e i necessari interventi di Eni per dare risposte concrete ai gestori.

I Dirigenti Eni, nel prendere atto della difficile situazione, hanno assicurato un concreto impegno da parte della Societā ad intervenire in supporto alle gestioni al fine di portare aiuto e sostegno nel difficile mercato trevigiano.

Alla luce di questa chiara e concreta apertura da parte della Societā Eni č stato deciso, in accordo con il Comitato di Colore Eni, di revocare la prevista iniziativa di protesta relativa alle ``divise da carcerati`` che i gestori ENI dovevano indossare durante il servizio presso gli impianti.

Si ritiene opportuno, per dovuta cautela, mantenere in programma la manifestazione di protesta di fronte alla sede Eni di Roma del prossimo 28 novembre, questo in attesa che si concretizzino nella sostanza e si formalizzino gli impegni assunti dalla Societā Eni nei confronti dei gestori trevigiani, il tutto nella speranza, ad oggi molto concreta, che si possa revocare anche quest`ultima manifestazione.

Treviso, 4 novembre 2011